Elena Salmistraro

Elena Salmistraro

2019

Essere attraenti è importante. Avere una buona reputazione è ormai imprescindibile. Ciò vale per il singolo, le aziende, i politici e anche per i Paesi. Per ciascuno di questi soggetti la reputazione ha un peso anche nei confronti dei competitor, per essere visibili e distintivi.

Oggi, nel mondo virtuale, dove ognuno può facilmente esprimere giudizi su qualsiasi cosa, si tende sempre più a far sentire la propria opinione e a esprimere il proprio pensiero su tutto. Ciò influenza e contribuisce a creare seguaci (follower) e a formare le opinioni. Tutti siamo dei potenziali opinion makers.

E qui entra in gioco la magia delle relazioni. Infatti, se esse sono ben dosate, dirette, mirate e personalizzate rispetto agli stakeholders di riferimento, si crea un sistema di interazione molto efficace. Dentro e fuori dalla rete, i messaggi sono rivolti alle diverse comunità di stakeholders e completano il ciclo di una comunicazione efficace.

Noi, che da sempre ci occupiamo della reputazione, sentiamo oggi l'esigenza di farlo in maniera sempre più evoluta, attenti ai nuovi media ma senza confondere il mezzo con il fine. E quando la reputazione del soggetto migliora grazie al buon governo di tutto il sistema relazionale … ecco verificarsi la magia.


Su questo tema, Elena Salmistraro dice: “Per visualizzare la crescente importanza della reputazione oggi, ho pensato a una donna che potrei essere io o qualsiasi altra donna. Una donna che con un terzo occhio vede tutto, guarda sé stessa nello specchio e viene osservata e giudicata dai milioni di occhi che popolano la rete”.

Laureatasi in Industrial Design al Politecnico di Milano nel 2008, Elena Salmistraro vive e lavora a Milano come product designer e artista per aziende come Apple, Lavazza, Alessi, Timberland e molte altre. Inoltre, collabora con importanti gallerie d’arte e di design. Le sue creazioni sono frutto di una commistione tra arte e design. L’attenzione al dettaglio, la ricerca dell’armonia delle forme e lo stile poetico, caratterizzano i suoi progetti selezionati per alcune tra le maggiori esposizioni di design: The New Italian Design, The New Aesthetic Design di Shanghai e la Biennale Koreana. Nel 2017 è nominata Ambasciatore del Design Italiano nel Mondo e vince il Salone del Mobile Milano Award come Miglior designer esordiente. Nel 2018, in occasione del Fuori Salone del Mobile di Milano, è nominata Ambasciatrice del Brera Design District e vince il premio Icon Award.