Havas PR Milan per Fondazione Italiana per il Cuore con il supporto di Sanofi


L’impatto socio-economico delle patologie cardiovascolari, prima causa di morte in Italia, è in costante aumento, con un ruolo sempre più incisivo sulla produttività. Un segnale forte può e deve arrivare, oltre che dall’ambito medico scientifico, anche dal mondo del lavoro, con azioni e iniziative adeguatamente inserite in una logica di welfare aziendale, come la Campagna “Lavora con il cuore”. 

Un tema di salute pubblica che, se affrontato con specifiche politiche di prevenzione, con il tempo potrà portare a ricadute positive sui singoli cittadini e sull’intero Sistema Sanitario Nazionale.

Durante l’incontro sono stati analizzati e commentati i risultati e le prospettive della campagna “Lavora con il Cuore”, che nel periodo Dicembre 2015 – Febbraio 2016 ha coinvolto oltre 550 persone, valutando i principali fattori di rischio cardiovascolare dei lavoratori delle sedi centrali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a Roma, che si sono sottoposti volontariamente a tale indagine, con l’obiettivo di informarli e sensibilizzarli sull’importanza della prevenzione di detti fattori di rischio.